Vai ai contenuti

Menu principale:


Santa Croce

Il SANTUARIO > LE PALE D'ALTARE

Santa Croce con Santi francescani

La pala della Crocefissione che occupa la nicchia del secondo altare di destra (dono della famiglia dei nobili Bonavia nel secolo XVIII) è un dipinto ad olio della monfalconese Olga Colautti realizzato nel primo quarto del XX secolo e misura 217x116 cm.

L'opera, nel suo complesso gradevole, è ben realizzata e originale.

Il Cristo crocefisso, sospeso nel cielo, è adorato da quattro personaggi: a sinistra S. Francesco, inginocchiato ma collocato comunque su una roccia che lo pone più in alto degli altri tre, indica il Salvatore.

Ugualmente prostrato, in primo piano, un altro santo regge fra le mani la mappa dell'Asia: probabilmente si tratta del beato Odorico da Pordenone, missionario in Oriente. Affiancati e arretrati, troviamo S. Luigi di Francia e S. Elisabetta d'Ungheria, patroni del Terz'ordine francescano, entrambi coronati e con gli attributi identificativi.

I Santi sono collocati su una ideale cima di montagna e il cielo, con le sue varie sfumature, converge lo sguardo dell'astante verso la luce irradiata dal Crocefisso.

Nel libro aperto posto in basso a destra troviamo, sulla pagina di sinistra, la scritta «Messis qui dem multa operarii autem pauci» mentre su quella di destra il tradizionale saluto francescano «Pax et Bonum».



Degni di nota in questo altare sono anche i lavori scultorei. La mensa è impreziosita sulla parte frontale da una pregevole Pietà in marmo di Carrara circondata da una massiccia cornice e da due graziose teste di cherubino a tutto tondo. Alla sommità della pala troviamo invece il Volto Sindonico in bassorilievo e tre angioletti, dei quali quello centrale sostiene la Croce, a coronare il tutto.


Torna ai contenuti | Torna al menu