SANTUARIO B. V. MARCELLIANA


Vai ai contenuti

Menu principale:


Offertorio

La PARROCCHIA > Canzoniere

SIGNORE I NOSTRI DONI
(M.T. HENDERSON)


Accogli, Signore, i nostri doni
in questo misterioso incontro
tra la nostra povertà
e la Tua grandezza

Noi Ti offriamo le cose
che Tu stesso ci hai dato
e Tu in cambio donaci
donaci Te stesso.


A TE NOSTRO PADRE

(A. VITALINI)

Rit. A Te nostro Padre e nostro Signor,
pane e vino oggi noi Ti offriam sull’altar.

Grano diverrai vivo pane del cielo:
cibo per la vita che mai finirà.

Rit. A Te nostro Padre e nostro Signor, …

Vino diverrai vivo sangue di Cristo:
fonte che disseta l’arsura del cuor.

Rit. A Te nostro Padre e nostro Signor, …

Salga fino a Te ed a Te sia gradita
l’ostia che Ti offriamo in tutta umiltà.

Rit. A Te nostro Padre e nostro Signor, …


A TE SIGNOR LEVIAMO I CUORI
(P. DAMILANO)

Rit. A Te Signor leviamo i cuori;
a Te, Signor, noi li doniam.

Quel pane bianco che T'offre la Chiesa
è frutto santo del nostro lavoro:
accettalo, Signore, e benedici.
Rit.

Quel vino puro che T'offre la Chiesa
forma la gioia dei nostri bei colli:
accettalo, Signore, e benedici.
Rit.

Gioie e dolori, fatiche e speranze,
nel sacro calice noi deponiamo:
accettali, Signore, e benedici.
Rit.


BENEDETTO SEI TU
(GEN VERDE)

Benedetto sei Tu, Dio dell'universo:
dalla Tua bontà abbiamo ricevuto questo pane,
frutto della terra e del nostro lavoro;
lo presentiamo a Te, perché diventi per noi
cibo di vita eterna.

Benedetto sei Tu, Dio dell'universo:
dalla Tua bontà abbiamo ricevuto questo vino,
frutto della vite e del nostro lavoro;
lo presentiamo a Te, perché diventi per noi
bevanda di salvezza.

Benedetto sei Tu Signor, Benedetto sei Tu Signor.


BENEDI O SIGNORE
(B. ENDERLE – GEN ROSSO)

Nebbia e freddo, giorni lunghi e amari,
mentre il seme muore.
Poi il prodigio, antico e sempre nuovo
del primo filo d’erba.
E nel vento dell’estate, ondeggiano le spighe,
avremo ancora pane.

Rit. Benedici, o Signore,
questa offerta che portiamo a Te.
Facci uno, come il pane,
che anche oggi, hai dato a noi.

Nei filari, dopo il lungo inverno,
fremono le viti.
La rugiada, avvolge nel silenzio,
i primi tralci verdi.
Poi i colori dell’autunno, coi grappoli maturi,
avremo ancora vino.

Rit. Benedici, o Signore, …


CANZONE DI SAN DAMIANO
(DONOVAN – ORTOLANI)

Ogni uomo semplice porta in cuore un sogno,
con amore ed umiltà potrà costruirlo.
Se con fede tu saprai vivere umilmente,
più felice tu sarai anche senza niente.

Se vorrai ogni giorno con il tuo sudore,
una pietra dopo l'altra, alto arriverai!

Nella vita semplice troverai la strada,
che la pace donerà al tuo cuore puro.
E le gioie semplici sono le più belle,
sono quelle che alla fine, sono le più grandi.

Dai e dai, ogni giorno, con il tuo sudore,
una pietra dopo l'altra, alto arriverai!


MARIA
(Ciprì – A. Mancuso)


Vogliamo vivere Signore
offrendo a Te la nostra vita,
con questo pane e questo vino,
accetta quello che noi siamo.
Vogliamo vivere, Signore,
abbandonati alla Tua voce,
staccati dalle cose vane,
fissati nella vita vera.

Rit. Vogliamo vivere, come Maria,
l’irraggiungibile, la Madre amata,
che vince il mondo con l'Amore
e offrire sempre la Tua vita che viene dal cielo.

Accetta dalle nostre mani,
come un'offerta a Te gradita,
i desideri di ogni cuore,
le ansie della nostra vita.
Vogliamo vivere, Signore,
accesi dalle Tue parole,
per riportare in ogni uomo
la fiamma viva del Tuo amore.
Rit.


GUARDA QUESTA OFFERTA

(GEN ROSSO)

Guarda questa offerta, guarda a noi Signor,
tutto noi Ti offriamo per unirci a Te .

Rit. Nella Tua Messa la nostra Messa,
nella Tua vita la nostra vita.

Nella Tua Messa la nostra Messa,
nella Tua vita la nostra vita.

Che possiamo offrirTi nostro Creator?
Ecco il nostro niente prendilo o Signor.

Rit. Nella Tua Messa la nostra Messa, …


MILLE SPIGHE

Mille spighe di grano nel sol
ed un grappol che coglie il vignaiol,
si trasforman dapprima in pane e vino e poi
e nel Tuo corpo e nel Tuo sangue, mio Signor.

Il Tuo pane diventa così
comunione con Te e tra di noi;
per ridarci ogni giorno il coraggio del cuor
Tu rimani Eucarestia in mezzo a noi.

Se ci uniamo davvero con Te,
se ci uniamo davvero in umiltà,
la Tua vita divina, nostra vita sarà
e salvezza per la nostra umanità.


O DIO DELL'UNIVERSO
(FILISETTI – T. ZARDINI)

O Dio dell'universo, o fonte di bontà,
il pane che ci doni lo presentiamo a Te.
È frutto della terra, è frutto del lavoro,
diventi sulla mensa il cibo dell’amor.

O Dio dell'universo, o fonte di bontà,
il vino che ci doni lo presentiamo a Te.
È frutto della vite, è frutto del lavoro,
diventi sulla mensa sorgente di unità.


O SIGNORE, RACCOGLI I TUOI FIGLI
(MELONI - STEFANI)

Rit. O Signore, raccogli i Tuoi figli,
nella Chiesa i dispersi raduna!

Come il grano nell’ostia si fonde e diventa un solo pane,
come l’uva nel torchio si preme per un unico vino.
Rit.

Come in tutte le nostre famiglie ci riunisce l’amore
e i fratelli si trovano insieme ad un’unica mensa.
Rit.

Come passa la linfa vitale dalla vite nei tralci,
come l’albero stende nel sole i festosi suoi rami.
Rit.

Signore, quel fuoco d’amore, che venisti a portare
nel Tuo Nome divampi ed accenda nella Chiesa i fratelli

Rit. O Signore, raccogli i Tuoi figli,
nella Chiesa i dispersi raduna!



OFFERTORIO I - (STASERA SONO A MANI VUOTE)

Stasera sono a mani vuote, o Dio;
niente Ti posso regalare, o Dio;
solo l'amarezza, solo il mio peccato;
solo l'amarezza e il mio peccato, o Dio.

Quel cielo chiaro che mi ha svegliato
ed il profumo delle rose in fiore,
poi l'amarezza, poi il mio peccato;
poi l'amarezza e il mio peccato, o Dio.

Son questi i miei poveri doni, o Dio;
sono l'offerta di stasera, o Dio;
poi la speranza, poi la certezza,
poi la speranza del perdono, o Dio, o Dio.


OFFERTORIO II (TUTTO CIÒ CHE SONO)

Tutto ciò che sono, tutto ciò che ho,
tutta la mia vita, Signore, Ti offro su questo altar.

Con questo pane bianco, con questo vino,
tutta la mia vita, Signore, Ti offro su questo altar.

Tutto ciò che sono, tutto ciò che ho,
tutta la mia vita, Signore, Ti offro su questo altar.


PER LA VITA CHE CI DAI I - (TI RINGRAZIO)
(SPIRITUAL)

Per la vita che ci dai, alleluja!
Ti ringrazio mio Signor, alleluja!

Per la fede che ci dai, alleluja!
Ti ringrazio mio Signor, alleluja!

Per la gioia che ci dai, alleluja!
Ti ringrazio mio Signor, alleluja!

Per il pane che ci dai, alleluja!
Ti ringrazio mio Signor, alleluja!


DA QUESTO ALTARE

(L. PICCHI)

Signore, di spighe indori i nostri terreni ubertosi,
mentre le vigne decori di grappoli gustosi.

Rit. Salga da questo altare
l'offerta a Te gradita;
dona il pane di vita
e il sangue salutare.

Nel nome di Cristo uniti il calice e il pane T'offriamo;
per i Tuoi doni largiti, Te Padre, ringraziamo.

Rit. Salga da questo altare …

Noi siamo il divin frumento e i tralci dell'unica vite:
dal Tuo celeste alimento son l'anime nutrite.

Rit. Salga da questo altare …


QUALCUNO HA DEI BENI

(BONFITTO)

Rit. Se qualcuno ha dei beni in questo mondo
e chiudesse il cuore agli altri nel dolor
come potrebbe la carità di Dio rimanere in lui?

Insegnaci, Signore, a mettere la nostra vita
a servizio di tutto il mondo.
Rit.

Il pane e il vino che noi presentiamo
siano il segno dell'unione fra noi.
Rit.

La nostra Messa sia l'incontro con Cristo,
la comunione con quelli che soffrono.
Rit.

Signore santifica questi umili doni
e concedi la pienezza della Tua grazia.
Rit.


SE M’ACCOGLI
(P. SEQUERI)

Tra le mani non ho niente
spero che mi accoglierai
chiedo solo di restare accanto a Te.
Sono ricco solamente dell'amore che mi dai
è per quelli che non l'hanno avuto mai.

Rit. Se m'accogli, mio Signore,
altro non Ti chiederò
e per sempre la Tua strada
la mia strada resterà.
Nella gioia e nel dolore,
fino a quando Tu vorrai,
con la mano nella Tua camminerò.

Io Ti prego con il cuore
so che Tu mi ascolterai
rendi forte la mia fede più che mai.
Tieni accesa la mia luce fino al giorno che Tu sai,
con i miei fratelli incontro a Te verrò.

Rit. Se m'accogli, mio Signore, …


SERVO PER AMORE
(A. MANCUSO – GEN ROSSO)

Una notte di sudore
sulla barca in mezzo al mare
e mentre il cielo si imbianca già
tu guardi le tue reti vuote.
Ma la voce che ti chiama
un altro mare ti mostrerà
e sulle rive di ogni cuore
le tue reti getterai.

Rit. Offri la vita tua
come Maria ai piedi della Croce
e sarai
servo di ogni uomo,
servo per amore,
sacerdote dell’umanità.


Avanzavi nel silenzio
fra le lacrime e speravi
che il seme sparso davanti a te
cadesse sulla buona terra.
Ora il cuore tuo è in festa
perché il grano biondeggia ormai,
è maturato sotto il sole,
puoi riporlo nei granai.

Rit. Offri la vita tua
come Maria ai piedi della Croce
e sarai
servo di ogni uomo,
servo per amore,
sacerdote dell’umanità.



TU SOLE VIVO


Rit. Tu sole vivo per me sei, Signore:
vita e calore diffondi nel cuor.

Tu sul cammino risplendi, mio sole,
luce ai miei passi Ti voglio, Signor.
Rit.

La Tua parola mi svegli al mattino,
e mi richiami alla sera con Te.
Rit.

Questa mia casa rischiara, mio sole,
splenda d’amore, di gioia per Te.
Rit


UNA SPIGA

Una spiga dorata dal sol
ed un grappol che coglie il vignaiol,
si trasformano ora in pane e vino d’amor
e nel corpo e nel sangue del Signor.





Torna ai contenuti | Torna al menu