Vai ai contenuti

Menu principale:


Consiglio Pastorale Parrocchiale

La PARROCCHIA > Gruppi Parrocchiali > Consiglio Pastorale Parrocchiale

Lo Statuto

Art. 1 Nella Parrocchia B.V. Marcelliana è costituito il C.P.P. secondo il presente statuto.
Art. 2 Compito del C.P.P. è "promuovere l'attività pastorale (can.536 ) in comunione con il Vescovo, con il Parroco e il Presbiterio diocesano.
Il C.P.P. "ha solamente parere consultivo", (can. 536, 2).
Art. 3 Nel C.P.P., organo promotore di comunione e di partecipazione, sono rappresentate tutte le componenti ecclesiali e ci sono membri di diritto e di elezione; sono di diritto:

  • il Parroco,
  • i Catechisti,
  • il Presidente dell'A.C.,
  • il Responsabile della Caritas,
  • il responsabile del gruppo liturgico e di ogni altro eventuale gruppo parrocchiale,

nonché

  • un rappresentante di ogni comunità religiosa presente nel territorio della parrocchia.

Art. 4 Accanto, ai membri di diritto, nel C.P.P. ci saranno anche laici idonei " che si distinguono per scienza adeguata, per prudenza ed onestà" (can.228) disponibili all'impegno apostolico in forza della partecipazione alla missione della Chiesa mediante il Battesimo e la Cresima. (cfr. can.225).
Costoro, saranno scelti dal Parroco, otto per le parrocchie fino a tremila abitanti, dodici per quelle più grandi. Questi membri saranno scelti in modo tale che siano rappresentate le varie componenti della comunità parrocchiale. I consiglieri eletti possono essere riconfermati per un altro quinquennio.
Art. 5 Il C.P.P. dura in carica 5 anni; termina prima se si rende vacante la Parrocchia o se si dimette la maggioranza dei membri.
Art. 6 Un membro decade dal C.P.P. se perde i requisiti di cui all'art. 4, o se non partecipa senza giustificazione a tre sedute consecutive.
Art. 7 Il C.P.P. si riunisce in seduta ordinaria e straordinaria. La seduta ordinaria si tiene quattro volte l'anno per la programmazione e per la verifica; la straordinaria, per la richiesta della metà più uno dei membri, o per un avvenimento pastorale imprevisto e urgente, e tutte le volte che lo ritiene opportuno il Presidente.
Art. 8 Organi del C.P.P. sono: la Presidenza e l'Assemblea.
Art. 9 La Presidenza è composta: dal Presidente, da un segretario e da due membri. Il Segretario sarà scelto dal Parroco; i due membri, saranno eletti dall'Assemblea.
Art.10 Il Presidente del C.P.P. è il Parroco. (can.536)
Art. 11 Compito del Presidente è:

  • convocare il C.P.P.
  • formulare assieme al segretario l'o.d.g..
  • aprire e chiudere le assemblee.
  • presentare i piani pastorali nazionali e diocesani.

Art. 12 Compito del Segretario è:

  • notificare ai membri del C.P.P. le convocazioni delle sedute con l'o.d.g..
  • redigere i verbali
  • custodire nell'archivio parrocchiale il registro dei verbali.

Art. 13 L'assemblea è costituita da tutti i membri del C.P.P. presenti alla riunione.
Art. 14 Il C.P.P. se lo ritiene opportuno, può creare delle commissioni per aree pastorali, sia con i membri stessi del Collegio, sia cooptando altre persone competenti.


Le riunioni

Gli incontri si svolgono normalmente presso la "Casa della Gioventù" dalle ore 20.30 alle 22.00 in data concordata secondo la disponibilità dell'Amministratore Parrocchiale e generalmente in prossimità dei Tempi Forti liturgici.



Prossima convocazione:


Le elezioni per il Rinnovo del Consiglio Pastorale Parrocchiale inizialmente previste per sabato 16 e Domenica 17 Novembre 2013 non hanno avuto luogo a causa dell'insufficiente numero di candidature pervenute. La composizione del Consiglio Pastorale prevede la presenza di un rappresentante di ogni gruppo parrocchiale, scelto dal rispettivo gruppo, e di tre rappresentanti eletti per fascia di età dai parrocchiani (che in questo caso verranno a mancare).

Ufficio di Presidenza del C.P.P.

Presidente: l'Amministratore Parrocchiale don Fulvio Ostroman;

Segretario: Destrini Enzo;


Altri membri: Vivaldi Adele.



Torna ai contenuti | Torna al menu