Vai ai contenuti

Menu principale:


ceneri straordinarie

NEWS

Riceviamo oggi le ceneri straordinariamente


E’ normale ricevere le ceneri una domenica di Quaresima?
No, nella Chiesa Cattolica Romana le ceneri sono un tipico segno penitenziale che ci invita a rinnovarci alla luce del Vangelo per arrivare a Pasqua rinnovati: per altri cristiani possono esserci tradizioni diverse, ma per noi è normale che vengano date solo il mercoledì che segna l’inizio della Quaresima, il mercoledì delle ceneri

Come è nato il rito delle ceneri?

La storia delle ceneri è una storia antica ed articolata, risale ancora ai primi secoli. Allora la Quaresima era propriamente il tempo della preparazione immediata dei catecumeni ai Sacramenti dell’Iniziazione Cristiana. I Sacramenti Battesimo, Cresima e la partecipazione alla Eucarestia, venivano celebrati durante la solenne Veglia Pasquale.
La Quaresima era anche il tempo stabilito per la riconciliazione dei penitenti, cioè per coloro che avevano commesso peccati gravi e pubblici, ai quali veniva data, come segno penitenziale, una veste di sacco cosparsa di cenere. Nei secoli successivi, diradandosi il numero dei penitenti pubblici, questo suggestivo rito divenne ben presto di uso generale, non solo per i laici, ma anche per il clero.
Il Rito delle Ceneri si compie, secondo il rito romano il mercoledì prima della prima Domenica di Quaresima, perché i giorni di digiuno quaresimale si contano dal sabato santo e non tengono conto delle Domeniche.
Diversamente da noi, nel rito Ambrosiano, che ha mantenuto l’antica tradizione, la Quaresima inizia con la Domenica, e non prevedeva, in origine, l’imposizione delle ceneri. Più recentemente anche nel rito ambrosiano, questo austero rito è stato collocato all’inizio della Quaresima, e precisamente al primo lunedì, con la possibilità di anticiparlo, per motivi pastorali, alla Domenica.

E quest’anno siamo noi che riceviamo le ceneri di domenica....

Mai avremmo pensato e voluto celebrare in questo modo, l’austero rito delle ceneri sarà in via eccezionale celebrato di Domenica, per motivi pastorali del tutto straordinari, legati alla epidemia virale in atto.
Questo gesto rituale ci ricorda in maniera potente che non si può arrivare alla Pasqua di Risurrezione se non passando attraverso la croce. Ed è proprio questo il messaggio che ci viene annunciato in modo esemplare nel Vangelo della trasfigurazione del Signore che ascolteremo in questa Domenica.



Torna ai contenuti | Torna al menu