Vai ai contenuti

Menu principale:


Il sito ufficiale della nuova Unità Pastorale di Monfalcone
www.chiesamonfalconese.it
è in costruzione

ORARIO SS. MESSE
nel Santuario della Marcelliana

feriali

ore 08.00
ore 17.30

con Lodi

Sabato e prefestivi

ore 08.00
ore 17.30

con Lodi

Domenica e solennità

ore 08.00
ore 10.00
ore 11.30
ore 17.30

ore 10.30






Casa Albergo
di via Crociera

Appuntamenti alla B.V.Marcelliana


Domenica 17 febbraio - 6a del Tempo Ordinario

Lunedì dalle ore 16.00 in Casa della Gioventù Oratorio e Catechesi in preparazione alla Prima Comunione

Mercoledì 20 febbraio
- alle ore 15.30 incontro Azione Cattolica in Casa della gioventù
- alle ore 20.30
Consiglio Pastorale Parrocchiale in Casa della Gioventù

Giovedì
alle ore 20.15 Ora di Adorazione in Cappella Francescana

Venerdì
- alle ore 16.00
Ascolto della Parola in Casa della Gioventù
- alle ore 20.30
Prove di Coro in Cappella Francescana

Domenica 24 febbraio - 7a del Tempo Ordinario
-
alle ore 16.00 Concerto per Organo in Santuario (terminerà verso le 17.15)


*
Incontro per gli animatori dei “gruppi della Parola” e soprattutto per le persone interessate ad avviare un nuovo “Gruppo della Parola” presso la Comunità Sacerdotale a Gorizia alle 20.30 di lunedì 25 febbraio. Questo incontro è già finalizzato all’avvio dei Gruppi a partire dalla Quaresima.

*
Per giovani e adulti che desiderano prepararsi alla Cresima, la preparazione è iniziata venerdì 25 gennaio alle 20.30 presso la parrocchia di San Canzian d’Isonzo, piazza Ss. Martiri 15: info donfrancesco@fragiacomo.it o parrocchia.sscanziani@gmail.com oppure contattare don Flavio parroco@chiesamonfalconese.it


AVVISI
UNITA’ PASTORALE


Incontro per i moderatori e i segretari dei Consigli Pastorali Parrocchiali mercoledì 20 febbraio alle 18.30 presso la canonica di sant’Ambrogio.

Il
"Thinking day" è la giornata nella quale tutti gli scout e le guide del mondo ricordano i fondatori e verrà celebrata anche dal Gruppo Scout Monfalcone 1 domenica prossima, 24 febbraio. Come segno concreto, durante la S. Messa delle 9.30 in duomo, verranno raccolti generi alimentari e/o per l'igiene per l'Emporio
della Solidarietà di Monfalcone.

L’équipe ha dei momenti di preghiera insieme cui tutti sono invitati, in particolare gli operatori pastorali. Il prossimo incontro sarà mercoledì 27 febbraio 2019 alle 20.00 presso l'Oratorio San Michele

TUTTI I CATECHISTI delle parrocchie dell’Unità Pastorale sono invitati all’incontro che si terrà giovedì 7 marzo 2019 alle 20.30 presso l’Oratorio “San Michele”. Sarà presente fra Luigi Bertié, direttore dell’Ufficio Catechistico diocesano.


«Rallegratevi ed esultate, dice il Signore,
perché la vostra ricompensa è grande nei cieli»

Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, Gesù, disceso con i Dodici, si fermò in un luogo pianeggiante. C’era gran folla di suoi discepoli e gran moltitudine di gente da tutta la Giudea, da Gerusalemme e dal litorale di Tiro e di Sidòne.
Ed egli, alzàti gli occhi verso i suoi discepoli, diceva:

«Beati voi, poveri,
perché vostro è il regno di Dio.
Beati voi, che ora avete fame,
perché sarete saziati.
Beati voi, che ora piangete,
perché riderete.
Beati voi, quando gli uomini vi odieranno e quando vi metteranno al bando e vi insulteranno e disprezzeranno il vostro nome come infame, a causa del Figlio dell’uomo. Rallegratevi in quel giorno ed esultate perché, ecco, la vostra ricompensa è grande nel cielo. Allo stesso modo infatti agivano i loro padri con i profeti.

Ma guai a voi, ricchi,
perché avete già ricevuto la vostra consolazione.
Guai a voi, che ora siete sazi,
perché avrete fame.
Guai a voi, che ora ridete,
perché sarete nel dolore e piangerete.
Guai, quando tutti gli uomini diranno bene di voi. Allo stesso modo infatti agivano i loro padri con i falsi profeti».

Nel Vangelo di Luca, le beatitudini si rivolgono a coloro che hanno già scelto il Signore, ai discepoli. Seguirlo significa abbandonare tutto (Lc 9,23), rinunciare agli agi (Lc 9,58), essere detestati (cf. Gv 17,14), allontanati dalle cerchie del potere, dai soldi e dall’onore (cf. Gv 16,2).

Il credente che riesce dappertutto, che riceve dal mondo ossequi e considerazione, si metta a tremare, si inquieti perché sarà inghiottito e digerito dal mondo che ama possedere (cf. Gv 15,19).

Non si tratta di demagogia né di paura della vita. Gesù non è un dotto professore di etica, né un sistematico autore di trattati di morale. La sua predicazione è una denuncia profetica: frasi corte e forti contrasti.

Le sue parole rimandano a situazioni correnti: l’abbondanza dei beni, la ricerca insaziabile del piacere, il desiderio del successo e dell’applauso,... tutte queste pretese producono la vanità (danno una falsa sicurezza), rendono orgogliosi (ci fanno credere che siamo più importanti degli altri), divinizzano (molte persone adorano coloro che posseggono e si prostrano davanti a loro), induriscono (rendono incomprensivi e privi di solidarietà), corrompono (finiscono per opprimere, credendo di farlo anche con la benedizione di Dio).

Le beatitudini ci avvertono seriamente: stabiliamoci nella verità di Gesù e cerchiamo di non sbagliarci nel momento decisivo.




Torna ai contenuti | Torna al menu